Ciclocomputer non funziona: cosa fare

Un ciclocomputer è sostanzialmente un sofisticato dispositivo per il rilevamento e la lettura dei dati durante le nostre uscite in bicicletta. Come accade con tutti i dispositivi elettronici, può essere soggetto a malfunzionamenti parziali o temporanei, e sicuramente se il caso non è grave, per una rapida soluzione, ci serve individuare la causa del guasto. Le cause ovviamente possono essere di tipo tecnico, quindi inerenti al corretto funzionamento dell’hardware e del software, ma non solo. Infatti questi ciclocomputer possono avere dei problemi anche ambientali, che dipendono da agenti esterni o accidentali.

Tra le varie problematiche che possono avere i ciclocomputer troviamo di sicuro l’errata distanza tra ricevitore e trasmettitore. In questo caso il ciclocomputer senza fili è formato da un trasmettitore, che viene installato solitamente sulla forcella, e da un ricevitore, che è installato sul manubrio, inoltre presenta un magnete posizionato solitamente sul raggio. Per poter comunicare al meglio deve essere rispettata una certa distanza predefinita tra tutti questi componenti, perciò basta un minimo a volte per allontanarli e falsare all’effettivo i valori, uno scenario comune è quando il trasmettitore ad esempio scivola giù per la forcella a causa delle vibrazioni in un percorso sconnesso. E’ bene in questi casi verificare sempre con attenzione dal manuale d’uso del ciclocomputer, la distanza massima che deve esserci tra i componenti.

Un altro problema piuttosto comune in questi strumenti può essere legato all’interferenza tra i vari apparecchi, come Gps, cardiofrequenzimetro e ricevitore, specie se funzionano autonomamente. Le interferenze ci sono solitamente nei dispositivi senza fili, e sono tali che possono causare un rilevamento errato dei valori di lettura e quindi a tutti gli effetti un possibile malfunzionamento del ricevitore. Una soluzione standard può essere il distanziamento tra i vari apparecchi, purtroppo non sempre fattibile in quanto la loro posizione, ai limiti estremi del manubrio può essere molto scomoda. Tra le cause ambientali più frequenti troviamo anche il surriscaldamento, che è quella più probabile. Nonostante i ciclocomputer vengano progettati per resistere a temperature molto alte, un uso prolungato al caldo può anche causare malfunzionamenti temporanei. Se volete scoprire tutti i modelli e avere dei consigli per scegliere il migliore consultate il sito https://gpsdaciclismo.it/